italia

DOVE SIAMO

La nostra struttura copre
tutte le regioni italiane.
Siamo presenti in tutte
le province.

SCOPRI ADESSO!

In primo piano

SCUOLA – In Sardegna, Campania e Sicilia il top di bocciati e di alunni con "debito": è ancora allarme Sud

Il 31,4% degli studenti sardi delle superiori porta a casa un'insufficienza da recuperare, contro una media nazionale del 25,9%. E i non ammessi all'anno successivo sono il 14,7%, contro una media nazionale del 9,6%. Quelli campani e siciliani, gli studenti che non ce l'hanno fatta a superare l'anno successivo, sono rispettivamente l'11,5% e l'11%. Sono anche le regioni dove si abbandonano i banchi con più facilità.

Marcello Pacifico (Anief-Confedir): è un paradosso che siano tra le stesse regioni dove l'anno prossimo vi saranno più tagli di docenti, oltre 900 in meno. In queste zone servirebbe invece un organico maggiorato, deroghe sulla formazione delle classi e rilanciare l'apprendistato puntando sull'immenso patrimonio artistico che detengono. Oltre che ricondurre le classi al monte ore massimo giornaliero, espandendo le attività progettuali.

SCUOLA, A ROMA CAOS GRADUATORIE: PUNTEGGI SBAGLIATI E VALANGHE DI RICORSI

Rassegna stampa Docenti, caos graduatorie ad esaurimento: a Roma pasticci ed errori ad oltranza

 

° Una recente sperimentazione di E-school
Tuttoscuola mette a disposizione, nel proprio sito, un link che apre a una serie di rubriche in tema di scuola e didattica digitale. Riportando il breve abstract di un contributo ivi pubblicato contribuiamo convintamente a divulgare informazioni su un tema tanto importante.


° Spesso ci si azzecca, a pensare male..., ma occorre che il sospetto sia fondato
E non ci sembra ragionevolmente fondata l'illazione che leggiamo, anche da fonti solitamente attendibili, secondo cui aumentando le ore di insegnamento nelle secondarie, Renzi minimizzerebbe gli effetti che sull'erario avrebbe una sentenza della Corte europea di condanna della reiterazione di contratti a t.d.

 

La stampa specializzata riferisce di procedure di "oscura comprensione; e poi punteggi pregressi mancanti, confusione tra titoli e servizi. Inevitabile dunque che i numeri messi a disposizione per i reclami fossero presi d'assalto, con la conseguente che la casella di posta è ormai piena e non riceve altri messaggi". Spuntano anche punteggi iperbolici, impossibili da realizzare.

Marcello Pacifico (Anief-Confedir): dopo le esclusioni illegittime e gli invii con problemi tecnici, arriva un'altra 'tegola'. È la conferma del paradosso tutto italiano, figlio del mal funzionamento o, quantomeno, della superficialità nell'operare da parte della pubblica amministrazione. Soprattutto quando si ha a che fare con il personale precario.

 

°Elezioni degli organi collegiali nelle scuole – A.s. 2014/2015: il MIUR conferma le istruzioni impartite nei precedenti aa.ss.

°Graduatorie di istituto triennio 2014/16. Valutazione titoli e servizi.

°Ha diritto all'assegno di disoccupazione per luglio e agosto, il personale scolastico immesso in ruolo nel settembre 2013 con la decorrenza economica nell'anno scolastico 2014-2015.

 

Grande successo sui quota 96. Finalmente 4mila lavoratori del comparto scuola potranno andare in pensione nel rispetto di un loro sacrosanto diritto.

ANSA: P.A. - ANIEF, giustizia è fatta per i "quota 96" della scuola

 

TFA 2014, test preselettivo: il Miur risponde alle segnalazioni e la soluzione dell'Anief.

Giorni di fuoco per il test preselettivo del TFA 2014: il Miur annuncia la correzione degli errori

 

Università: Terremoto in arrivo, alla Camera un emendamento PD al decreto di riforma PA rivoluziona la legge Gelmini