italia

DOVE SIAMO

La nostra struttura copre
tutte le regioni italiane.
Siamo presenti in tutte
le province.

SCOPRI ADESSO!

1130x200buonascuola
 
 
 

In primo piano

Il Miur ha inviato ad ogni preside la direttiva: il primo dei tre rapporti annuali dovrà essere consegnato entro il mese di luglio sotto forma di autovalutazione. Dal 2015/16 sui giudizi da dare alle scuole peserà anche quello di ispettori ministeriali ed esperti, che però sono in numero esiguo e potranno visitarne non più del 10%.

Marcello Pacifico (Anief-Confedir): l’Invalsi dovrà tenere conto dei fattori endogeni ed ambientali, che sono determinanti sull’apprendimento degli alunni. Altrimenti verranno sottratte risorse proprio alle scuole più disagiate. E anche il salario accessorio rivolto al personale che vi opera. Con i fondi d’istituto ormai a secco e gli stipendi fermi al 2009 è un errore che non possiamo permetterci.

La gravità del provvedimento è che la sparizione dell’indennità di vacanza contrattuale, non più recuperabile, preannuncia l’intenzione di bloccare ulteriormente le buste paga di tre milioni di lavoratori per altri ulteriori tre anni.

Marcello Pacifico (Anief-Confedir): le buste paga di tre milioni di lavoratori sempre più vicino alla soglia della povertà. Non è così che si rilancia l’economia delle famiglie e del Paese.

Si potranno chiamare solo collaboratori scolastici e comunque non per i primi sette giorni di assenza. E i ‘bidelli’ potranno anche svolgere mansioni superiori. Mentre per il personale docente si prevede la ‘ciambella di salvataggio’ dell’organico funzionale, gli Ata vengono così fortemente penalizzati. E le brutte sorprese nel testo non finiscono qui. Rispetto a quello approvato dal CdM, per la Scuola sparisce solo il comma che avrebbe portato a costituire già dal 2015 le commissioni della maturità con soli docenti interni.

Marcello Pacifico (Anief-Confedir): la manovra del Governo di dimostra sempre più una partita di giro. Se prendiamo in considerazione anche gli altri tagli al settore, si stanno gettando le basi per mettere in seria crisi l’organizzazione e la funzionalità scolastica.

Pubblichiamo alcuni articoli sulle sentenze del Consiglio di Stato che accoglie l'appello dell'Anief e dà il via libera all'inserimento nelle GAE al diploma magistrale e dà ragione all'Anief per la questione da precari a presidi

L'ok del Consiglio di Stato che ha accolto l'appello del sindacato.

1) Il MIUR ha avviato il primo ciclo triennale di valutazione delle scuole

Lo ha fatto con la Direttiva n.11/2014, della quale abbiamo dato già conto ieri, e conlaCircolare n.47/2014, concernente le linee generali e la tempistica degli adempimenti, a firma Carmela Palumbo, direttore generale per gli ordinamenti scolastici e per la valutazione del sistema nazionale di istruzione. Di questa circolare diamo un breve abstract.

2) Nel ddl sulla Stabilità 2015, alla Scuola, il Governo con una mano dà e con l’altra toglie

Riportiamo, da ScuolaOggi.org (22/10/2014) i provvedimenti segnalati da Pippo Frisone. 

La novità è prevista dalla Legge di Stabilità: 1.200 scuole in reggenza, 600 sottodimensionate e altre 1.500 complesse o con un alto numero di iscritti perderanno l’unico punto di riferimento e organizzativo. Il tutto per far risparmiare 100 milioni l’anno.

Marcello Pacifico (Anief-Confedir): il Governo farebbe bene a ravvedersi, perché il loro ruolo è fondamentale per il buon funzionamento del servizio. Andando anche a stroncare l’unica forma di carriera del settore.

1) Il MIUR ha avviato il primo ciclo triennale di valutazione delle scuole

Lo ha  fatto con la Direttiva n.11 - 18 Settembre 2014 “Priorità strategiche del Sistema Nazionale di Valutazione per gli anni scolastici 2014/15, 2015/16 e 2016/17”, a firma del ministro Giannini, econ laCircolare n 47 – 21 Ottobre 2014, concernente le linee generali e la tempistica degli adempimenti, a firma Palumbo, direttore generale per gli ordinamenti scolastici e per la valutazione del sistema nazionale di istruzione. Di seguito, riportiamo in abstract la Direttiva n.11 - 18 Settembre 2014.    

2 Il MEF incamererà finanziamenti non spesi dalle scuole e il MIUR ridurrà gli organici A.T.A.

Provvedimenti previsti nel Disegno di Legge di Stabilità che dispone: - di recuperare le somme accreditate per i progetti nazionali e che le scuole non hanno speso; - di ridefinire (a ribasso) le dotazioni organiche A.T.A. E per tutti c’è il blocco della progressione economica.

3 Gli alunni con cittadinanza non italiana costituiscono il 6,2% del totale

Gli alunni con cittadinanza non italiana iscritti al I ciclo sono 442.348, e 182.519 quegli iscritti al II ciclo; nell'anno scolastico.

Respinto l'appello del Miur che chiedeva la sospensione cautelare della sentenza n. 5011/14 con cui gli avvocati F. Ganci e W. Mi‎celi avevano ottenuto la validazione della partecipazione dei precari con cinque anni di servizio all'ultimo concorso per dirigenti scolastici. In tre potranno adesso sedersi dall'altra parte della scrivania senza aspettare l'immissione in ruolo da docenti.

Accolte le tesi dell’Anief: il titolo è valido per l'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento, che così saranno riaperte nei prossimi giorni per più di 4.000 ric‎orrenti che si erano rivolti al sindacato. Annullata la sentenza breve negativa del Tar Lazio. Lo Stato li ha esclusi per 13 anni ma ora la giustizia offre loro la possibilità di essere assunti a tempo indeterminato.