Sentenza Corte di Giustizia Europea: cosa fare per ricorrere? Ecco le FAQ

Pubblichiamo le risposte alle domande più frequenti che vengono poste al nostro servizio di consulenza dopo la sentenza della CGUE sul precariato. AGGIORNAMENTO IN PROGRESS

italia

DOVE SIAMO

La nostra struttura copre
tutte le regioni italiane.
Siamo presenti in tutte
le province.

SCOPRI ADESSO!

1130x200buonascuola
 
 
 

In primo piano

 

1) Tabella dei codici relativi agli indirizzi dell’esame di Stato a.s. 2014-2015.

La tabella si legge nel sito istituzionale www.istruzione.it.

2) Piano d’azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere. Consultazione on line

Fino alle ore 23:00 del 10 gennaio 2015 si può partecipare, nel sito istituzionale del MIUR, alla consultazione pubblica per fornire un contributo in merito alle linee d'azione contenute nel Piano.

3) Buon Natale?

Con riferimento al pagamento delle spettanze dei supplenti, il MIUR mette la mani avanti (“L’eccezionalità della situazione venutasi a determinare…”). Ma noi diciamo che l’importo per supplenze è pressoché costante, prevedibilissimo, e che anche lo scorso anno è accaduto che spettanze non fossero accreditate.

Il maxi-emendamento predisposto dal Governo, approvato con voto di fiducia al Senato, produce lievi cambiamenti e non quelli attesi. Confermato lo stop per le sostituzioni del personale assente pochi giorni e la dispensa dalle lezioni per migliaia di collaboratori dei dirigenti scolastici. Invece di procedere all’assunzione di 40mila Ata, con 36 mesi di servizio, ne spariscono altre 2mila. Ignorati anche 60mila docenti precari abilitati dopo il 2011 destinati all’immissione in ruolo. Approvata la formazione dei 150 mila docenti e dirigenti neo-assunti dal 1°settembre 2015. Si salva, in extremis, l’Invalsi. Boccata d’ossigeno per l'Afam. Disco verde per la manutenzione di oltre 5.300 istituti superiori: le province potranno sforare i limiti spesa previsti dal patto di stabilità dell’Ue. Entro martedì 23 è previsto il via libera finale alla Camera.

Nuova vittoria ANIEF sulla questione del diritto al collocamento in III Fascia delle Graduatorie a Esaurimento 2014/2017 dei docenti inseriti quarta ai sensi del D.M. 53/2012. Il nostro sindacato aveva già mosso ferma opposizione all'istituzione di una nuova “coda” nel 2012, quando il Legislatore, invece di riaprire le Graduatorie così come da noi richiesto, creò la cosiddetta “fascia aggiuntiva” nelle Graduatorie a Esaurimento collocando illegittimamente “in coda” docenti in possesso dei medesimi titoli abilitanti dei colleghi della III Fascia.

L'esperienza e la grande perizia degli Avvocati Ida Mendicino e Donatella Longo hanno, ora, ottenuto nuova e piena conferma in tribunale in favore di quanto sostenuto dall'ANIEF con la dichiarazione del diritto di una nostra iscritta al corretto inserimento nella III Fascia delle relative Graduatorie d'interesse.

Dopo la prima ordinanza sul diploma magistrale, con ordinanza n. 5878/14 il Consiglio di Stato apre ora anche all’inserimento dei docenti abilitati con Tfa presso le Università.

Per i giudici di secondo grado, infatti, devono essere ammessi con riserva i ricorrenti che chiedono l’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento, siano essi in possesso del diploma magistrale, siano essi abilitati con il tirocinio formativo attivo. È stato citato come precedente per riformulare le ordinanze rigettate dal Tar Lazio proprio l’ordinanza n. 4834/14 ottenuta dagli avvocati Anief Sponga, De Michele, Galleano.

La piena conferma sul corretto operato dell'ANIEF e sulla fondatezza delle ragioni che sostengono il diritto al reinserimento, a domanda, dei docenti cancellati negli aggiornamenti precedenti per non aver prodotto domanda, arriva grazie all'ennesima vittoria in Tribunale conseguita dall'Avv. Salvatore Russo che, dopo la consolidata giurisprudenza e i soddisfacenti successi ottenuti presso il Tribunale del Lavoro di Roma, conquista per il nostro sindacato anche il Tribunale di Tivoli che dà piena ragione al nostro legale e acclara il diritto al reinserimento in Graduatoria a Esaurimento dei docenti cancellati.

 

Pubblichiamo alcuni articoli sugli scatti di anzianità non c'è nulla da negoziare: vanno mantenuti per non far sprofondare gli stipendi sotto l'inflazione e sulle Scuole italiane all'estero: tagli a organici e personale senza indennità di sede.

Secondo i dati pubblicati dall’Istituto nazionale di statistica, tra scuola primaria e medie sono circa 150mila gli allievi che hanno usufruito del sostegno nell'a.s. 2013/14: il Miur all’inizio dello stesso anno scolastico ne aveva quantificati circa 11mila in meno.

Marcello Pacifico (Anief-Confedir): non a caso, l’Anief ha chiesto di aumentare l’organico di diritto dei docenti di sostegno di almeno 40mila unità. Fino a quando non ci sarà questo adeguamento, continueremo ad assistere al valzer di insegnanti specializzati e alla corsa in tribunale per vedersi riconosciuto il diritto allo studio e al supporto didattico adeguato.

Piena conferma in Corte d'Appello per l'ANIEF sulla validità delle tesi che da anni porta avanti per la tutela dei diritti dei docenti precari inseriti in Graduatoria a Esaurimento: l'Avv. Manuela Pirolozzi, con una schiacciante vittoria presso la Corte d'Appello di L'Aquila e a piena conferma dell'estrema fiducia riposta dal nostro sindacato nella sua alta professionalità, ottiene nuovamente ragione su quanto già statuito con la sentenza di primo grado e il definitivo riconoscimento del diritto di un nostri iscritto all'attribuzione del giusto punteggio relativo al periodo di servizio militare prestato non in costanza di nomina.

Appello MIUR rigettato con condanna a carico del soccombente alla rifusione delle spese di lite liquidate in € 3.310 oltre al versamento di un importo a titolo di contributo unificato pari a quello già dovuto per l’impugnazione, ai sensi dell’art. 1 comma 17 introdotto dalla legge n. 228/2012.