Homepage
Username   Password       Recupero Password - Registrati - 

NOTIZIE
Eventi
Contratto
Didattica
Mobilità
Precariato
Riforme
Parlamento
Concorsi
Ricerca
Università
Formazione
Graduatorie
Varie
Rubriche
Precariamente
Scioperi
ATA
TFA
AFAM
PAS
Confedir
CHI SIAMO
STRUTTURA NAZIONALE
ANIEF TV
STRUTTURA TERRITORIALE
IMMISSIONI IN RUOLO
ISCRIZIONI
RSU
RICORSI
DOCUMENTI
FORMAZIONE
SERVIZI
ISTITUZIONI
SOSTEGNO
SUPERVISORI
STAMPA

Notizie :: Parlamento
Decreto semplificazioni: bene l’organico funzionale

Pubblicato il 28 Gennaio 2012 alle 08:45

Accolte le richieste dell’Anief. Ora il sindacato chiede anche l’ammissione al TFA del personale docente abilitato di ruolo e non ai fini dell’immediata riconversione professionale, prima della cassa integrazione e del licenziamento dei sovrannumerari, dal 1 settembre.

Era da tre anni che Anief chiedeva in questa legislatura, fin dall’audizione sul piano programmatico di dimensionamento e razionalizzazione della rete scolastica, l’introduzione di un organico funzionale che oggi appare tanto più urgente vista la recente adozione nel pubblico impiego della cassa-integrazione e del licenziamento per il personale in esubero.

Per questa ragione, ritengo urgente - dichiara il presidente Anief, prof. Marcello Pacifico - organizzare corsi di riconversione professionale non soltanto per i 10.000 attuali sovrannumerari ma anche per gli altri docenti abilitati, in vista proprio della cancellazione definitiva di alcune classi d’insegnamento, per effetto della riduzione del tempo scuola nel primo e secondo ciclo d’istruzione. La partenza dei prossimi TFA potrebbe dare l’occasione per ammettere in sovrannumero tale personale e garantire la qualità necessaria alla scuola del merito. Ovviamente, se si analizzano i dati dei sovrannumerari in alcune regioni, come in Sicilia che è stata particolarmente colpita dai tagli, risulta evidente che per evitare il licenziamento deve essere garantita la mobilità del personale di ruolo perdente cattedra e abolita la norma che vieta il trasferimento per cinque anni anche dei 55.000 neo-assunti”.

Il resoconto dell’incontro al Miur sui sovrannumerari

82 visitatori online






















































  © 2014 All Rights Reserved