Eurosofia organizza il corso di formazione per la preparazione alle prove d'accesso al TFA per il sostegno


Il MIUR ha avviato le procedure per attivare nell'a.s. 2013/14 un corso per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico. Preparati con Eurosofia per acquisire le competenze necessarie al superamento delle prove di accesso ai TFA sul sostegno. Con i supervisori delle SSIS ed esperti del settore, utile a superare la prova di accesso a numero programmato, per i docenti abilitati che intendono frequentare i corsi universitari per il conseguimento della specializzazione su sostegno. 

Previsto  eserciziario gratuito Edises  e la simulazione del test, oltre al materiale didattico in piattaforma e agevolazioni su diversi volumi cartacei.

Costo 100 euro, per info mail a segreteria@eurosofia.it o tel. 0916573784. Iscrizioni aperte in tutto il territorio nazionale. Scadenza pre-iscrizioni:  30 dicembre 2013.  Organizzazione di ulteriori incontri residenziali entro gennaio 2014.

 

Eurosofia, ente per la formazione del personale della scuola, organizza in collaborazione con ANIEF un corso di formazione di 32 ore su “Le competenze e le abilità del docente per il sostegno didattico agli alunni con disabilità nella scuola dell’autonomia”, durante il quale saranno simulate anche le prove di accesso (60 quesiti) ai corsi universitari a numero programmato per il conseguimento della specializzazione per il sostegno, secondo il programma allegato nel decreto, per la valutazione delle competenze linguistiche, delle competenze didattiche diversificate in funzione del grado di scuola, delle competenze su empatia e intelligenza emotiva, delle competenze su creatività e pensiero divergente, delle competenze organizzative e giuridiche correlate al regime di autonomia delle istituzioni scolastiche. I corsi saranno a carattere residenziale secondo il numero minimo (25) di partecipanti nella regione di appartenenza e in modalità tele-didattica grazie all’utilizzo dello specifico portale.

Stipulata, inoltre, una convenzione tra Eurosofia e Anief e la casa editrice Edises: e-book in omaggio per chi si iscrive, a partire da oggi, al corso di preparazione alle prove pre-selettive al TFA Sostegno e riduzione del 20% sull’acquisto di manuali cartacei utili all’ammissione ai corsi di specializzazione universitari.

L’e-book, fornito gratuitamente a tutti i corsisti, è costituito da un'ampia raccolta di quiz a risposta multipla suddivisi per area disciplinare e corredati da un sintetico ma puntuale richiamo teorico. Il  volume è completato da un software di simulazione mediante cui è possibile effettuare le esercitazioni trasversali per valutare la propria preparazione.

Avranno diritto al libro digitale tutti coloro che perfezioneranno l’iscrizione al corso di preparazione “Le competenze e le abilità del docente: per il sostegno didattico agli alunni con disabilità nella scuola dell’autonomia”, organizzato dall'ente di formazione Eurosofia in collaborazione con Anief(clicca qui per consultare il programma).

Previsto anche uno sconto del 20% sull’acquisto del manuale teorico per le prove d'esame e della monografia sulla comprensione del testo e le competenze linguistiche.

 

Modalità di adesione

Per iscriversi al corso occorre:

 

 

Il programma del corso

La domanda di pre-adesione

Modalità di adesione

Il Decreto

 

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 02 aprile 2012 il decreto ministeriale 30 settembre 2011, recante “Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto 10 settembre 2010, n. 249”, che disciplina il conseguimento della specializzazione per il sostegno didattico agli alunni con disabilità nella fase transitoria (attivazione dei TFA), in attesa della definizioni di specifiche classi di concorso e di apposite lauree magistrali e dei criteri stabiliti dall’ANVUR. Tali corsi sostituiscono ogni altro percorso finalizzato alla specializzazione sul sostegno (corsi SSIS), ad eccezione dei corsi di laurea quadriennali in scienze della formazione primaria attualmente attivati, a condizione che siano stati previsti nei regolamenti didattici secondo l’art. 3, c. 6 del decreto 26 maggio 1998. Restano salvi i titoli di specializzazione per il sostegno acquisiti secondo la normativa vigente.

Requisiti di accesso
I corsi sono attivati dalle università in base al numero programmato con decreto ministeriale, e sono riservati ai docenti precari o di ruolo, in possesso dell’abilitazione all’insegnamento per il grado di scuola per il quale intendono conseguire la specializzazione per le attività di sostegno (es. docente abilitato soltanto per la scuola elementare per la specializzazione su sostegno nella scuola elementare) e che risultano inseriti nella graduatoria degli ammessi al corso, di cui all’art. 6, comma 9 del decreto 10 settembre 2012, dopo aver superato le prove di accesso.

Le prove di accesso
Le prove di accesso sono predisposte dalle università, e sono volte a verificare, unitamente alla capacità di argomentazione e al corretto uso della lingua, il possesso, da parte del candidato, di:
a. competenze didattiche diversificate in funzione del grado di scuola;
b. competenze su empatia e intelligenza emotiva;
c. competenze su creatività e pensiero divergente;
d. competenze organizzative e giuridiche correlate al regime di autonomia delle istituzioni scolastiche.

Le prove di accesso sono predisposte da ciascuna università e si articolano in:
a) un test preliminare
unico a livello nazionale, è costituito da 60 quesiti formulati con cinque opzioni di risposta, fra le quali il candidato ne deve individuare una soltanto. Almeno 20 dei predetti quesiti sono volti a verificare le competenze linguistiche e la comprensione dei testi in lingua italiana. La risposta corretta a ogni domanda vale 0,5 punti, la mancata risposta o la risposta errata vale 0 punti. Il test ha la durata di due ore. E’ ammesso alla prova, ovvero alle prove di cui al comma 2, lettera b), un numero di candidati, che hanno conseguito una votazione non inferiore a 21/30 nella prova di cui al comma 3, pari al doppio dei posti disponibili per gli accessi. In caso di parità di punteggio prevale il candidato con maggiore anzianità di servizio di insegnamento sul sostegno nelle scuole. In caso di ulteriore parità, ovvero nel caso di candidati che non hanno svolto il predetto servizio, prevale il candidato anagraficamente più giovane.
b) una o più prove scritte ovvero pratiche;
c) una prova orale.
la cui articolazione è stabilita dalle università. La loro valutazione e’ espressa in trentesimi. Le prove vertono su una o più delle competenze previste e non prevedono domande a risposta chiusa. Per essere ammesso alla prova orale il candidato deve conseguire, nella prova ovvero nelle prove di cui al comma 2, lettera b) una votazione non inferiore a 21/30. Nel caso di più prove, la valutazione e’ ottenuta dalla media aritmetica della valutazione nelle singole prove, ciascuna delle quali deve essere comunque superata con una votazione non inferiore a 21/30. La prova orale, anch’essa valutata in trentesimi, e’ superata se il candidato riporta una votazione non inferiore a 21/30.

Il bando di indizione delle prove di accesso, predisposto dalle università, individua, ai fini della compilazione della graduatoria finale degli ammessi al corso, le tipologie dei titoli culturali e professionali valutabili e il punteggio ad essi attribuibile, comunque non superiore a 10 punti complessivi.

La graduatoria degli ammessi al corso e’ formata, nei limiti dei posti messi a bando, dai candidati che hanno superato la prova orale, sommando ai punteggi conseguiti nelle prove di cui alle lettere a), b) e c) del comma 2, il punteggio attribuito all’esito della valutazione dei titoli di cui al comma 8 dai medesimi presentati. In caso di parità di punteggio prevale il candidato con maggiore anzianità di servizio di insegnamento sul sostegno nelle scuole. In caso di ulteriore parità ovvero nel caso di candidati che non hanno svolto il predetto servizio prevale il candidato anagraficamente più giovane.

Durata del corso
Il corso è superato con il conseguimento di 60 crediti formativi universitari, da acquisire in non meno di otto mesi, ed a seguito dell’esito positivo dell’esame finale di cui all’art. 9. E’ previsto il 10% di assenza per ogni insegnamento, da recuperare attraverso attività on-line, mentre per il tirocinio non è previsto alcun recupero. Non è previsto il riconoscimento di alcun credito formativo.

Esame finale
Il corso si conclude con un esame finale al quale è assegnato uno specifico punteggio.


 

HOME oppure TORNA INIDETRO