Dossier Legge di stabilitą: Governo prova a fare cassa con la giustizia. Pił di 3.5 milioni di euro grazie ai nuovi concorsi


Alla faccia degli articoli 3 e 4 della Costituzione, partecipare ai concorsi è da ricchi. Per magistrato, notaio o avvocato si prevede un contributo di 50 euro che dovrebbero versare i quasi 70.000 aspiranti. Già nella Scuola per superare la selezione per specializzarsi sul sostegno bisogna versare dai 150 ai 200 euro, pena l’esclusione dalla prova preselettiva. Siamo al ridicolo. Si utilizzano i concorsi per fare cassa quando la Repubblica dovrebbe rimuovere ogni ostacolo anche economico.

Questa la tabella per l’accesso alle professioni forensi.

Magistrati: euro 50,00 x 25.000 = euro 1.250.000,00

Avvocati: euro 50,00 x 37.000 = euro 1.850.000,00

Cassazionisti: euro 75,00 x 100 = euro 7.500,00

Notai: Euro 50,00 x 5.500 x 2 = euro 550.000,00

Totale 3.657.500 euro

 

HOME oppure TORNA INIDETRO