contatti

Concorsi

Concorso a cattedra: possono parteciparvi tutti candidati ai Tfa che nella scorsa estate hanno preso parte alle prove preselettive

Perché il valore legale del titolo di studio non cambia a seconda della data del conseguimento.

Anief ricorda che anche se il Miur continua a rimanere in silenzio, l’accesso al concorso a cattedra per 11.542 nuovi docenti non può essere precluso ai laureati. E questo vale per tutti: non può essere creata artificialmente una data di sbarramento che divide i laureati in abili e inabili. Il valore legale del titolo di studio è sempre lo stesso: conseguirlo nel 1990, nel 2000 o nel 2010 non può cambiarne gli effetti e la spendibilità nei pubblici concorsi. Per questo motivo, Anief ricorda a tutti coloro che hanno svolto le prove selettive per accedere ai Tfa ordinari che hanno la possibilità fondata di presentare domanda per partecipare al concorso a cattedra.

Secondo il presidente dell’Anief, Marcello Pacifico, “è assurdo che la maggior parte dei 120mila candidati ai tirocini formativi abilitanti, impegnati nella scorsa estate nei discussi test di accesso, rimangano ora esclusi dal concorso a cattedra bandito dal Ministero dell’Istruzione dopo un’ingiustificata assenza di 13 anni. Secondo il nostro ordinamento, tuttavia, soltanto chi ricorre in tribunale può vantare un diritto, così come avvenuto recentemente, sempre grazie ai nostri ricorsi, per l’accesso dei precari al concorso per dirigente scolastico o dei non idonei alle successive prove scritte degli stessi Tfa”.

Pertanto, Anief invita tutti coloro che possiedono una laurea valida per conseguire l’abilitazione su un posto bandito, indipendentemente dall’anno di conseguimento e comunque conseguita entro la scadenza della domanda, di richiedere all’Anief le istruzioni operative per ricorrere al Tar Lazio, per ottenere l’ammissione con riserva alle prove preselettive. Scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e presenta la domanda e la documentazione entro il 7 novembre.