contatti

La stampa scrive

TMNews: scuola, domani sciopero Anief e Gilda, lezioni a rischio

Pacifico: "Basta tagli, governo investa su cultura e personale".

Domani molte scuole a rischio chiusura o senza lezioni per lo sciopero nazionale unitario del personale della scuola promosso dall'Anief, e a cui hanno aderito altri cinque sindacati (Usi, Sisa, Lisa, Scuola Athena, Conipt) e al quale si aggiunge la protesta della Gilda degli insegnanti. Lo sciopero riguarda sia il personale di ruolo sia quello precario: incroceranno le braccia, insieme, per opporsi al blocco degli stipendi e del contratto, alla cassa integrazione e ai licenziamenti in arrivo per il personale in esubero, alla mancata stabilizzazione di lavoratori che da anni assolvono il loro compito senza alcun tipo di garanzia, alla nuova riforma delle pensioni che cambia le regole in corsa, al blocco della mobilità per il personale neo-immesso in ruolo.

"Il Governo - dice in una nota il presidente dell'Anief, Marcello Pacifico - deve capire che soltanto ponendo fine alla stagione dei tagli, tornando ad investire sulla cultura e sul personale, promuovendone la professionalità, si può puntare a far ripartire il Paese: prima della religione dei mercati finanziari bisogna avere fede e scommettere sul diritto del lavoro e sulla giusta retribuzione, senza i quali viene meno lo stesso stato sociale".

Secondo Pacifico lo sciopero di domani deve sensibilizzare governanti e legislatori sulla necessità di migliorare la condizione professionale del personale scolastico: "Le istituzioni non possono più rimandare il miglioramento delle condizioni professionali ed economiche di centinaia di migliaia di colleghi, i quali malgrado tutto continuano a credere nell'alto valore educativo del lavoro che svolgono ogni giorno nelle aule delle nostre scuole".

Fonte: TMNews