contatti

Lombardia

Chiusura sportello di Varese

Varese: Si informano i gentili soci che lo sportello di Varese in via Bussola Dionigi n. 2, resterà chiuso fino al 22 settembre 2019; fino a quella data si riceve per appuntamenti esclusivamente presso la sede di Busto Arsizio in via Torino 32
STRUTTURA TERRITORIALE NEWS

Presidente regionale

FIORELLA RE

 

Vice Presidente regionale

ANTONIO BRACCI

 

 


REFERENTI

Eurosofia

ROSARIA GAGLIARDO

 

3666121120

 

Primaria/Infanzia

GIOVANNA CUTRERA

 

 

ANCHE RICORSI

Secondaria I e II grado

ANTONIO BRACCI

 

 

E RICORSI TAR

Sostegno

ANTONINO DENARO

 

 

LIVIO GAETANO FIDONE

ITP

GIOVANNA FABIANA BRUNO

 

 

ANCHE RICORSI

AFAM

DANIELE ACCETTURA

 

 

MUSICALE

ATA

MARTINO TODARO

 

 

Mobilità

FIORELLA RE

 

 

RSU

DANIELE ACCETTURA

 

 

Caf e Patronato

ANTONIO BRACCI

 

 

Reclutamento

ANTONIO BRACCI

 

 

PROCEDURE CONCORSUALI

Ferie, permessi, congedi e malattia

ACHILLE PICCOLO

 

 

Contenzioso

FIORELLA RE

 

 

GIUDICE DEL LAVORO

Milano

Presidente provinciale

DANIELE ACCETTURA

 

02-57405381


COLLABORATORI

ACHILLE PICCOLO

ANTONINO DENARO

SALVATORE DAVì

GIOVANNA CUTRERA

GIOVANNA FABIANA BRUNO

CARMELINA FICARRA

ROSSELLA BELVEDERE

ROSARIO SAMBUCO

Mantova

Presidente provinciale

FABIO BELMONTE

 

3371165481


COLLABORATORI

LIDIA FAMA

3371165481

ROSARIA GAGLIARDO

Brescia

Presidente provinciale

FRANCESCO FORESTA

 

3387295420

Como

Presidente provinciale

LIVIO GAETANO FIDONE

 

Cremona

Presidente provinciale

BIAGIO CARUSO

 

3371165483

Pavia

Presidente provinciale

ANGELO PACE

 

038232876 - 3316940646


COLLABORATORI

ELENA MIGLIETTA

Lodi

Presidente provinciale

SALVATORE MAZZURCO

 

Varese

Presidente provinciale

ALESSIO LUIGI FIDONE

 

3358469966


COLLABORATORI

LIVIO GAETANO FIDONE

3358469966

Bergamo

Presidente provinciale

FIORELLA RE

 

3356586515

L’ANIEF propone ricorso, rivolto ai docenti che non hanno chiesto lo spostamento dei 24 punti e che hanno ricevuto una comunicazione dell'usp di Milano di trasferimento coatto del suddetto punteggio per le abilitazioni a cascata, avverso tale provvedimento.

L’USP di Milano, ignorando le ripetute ordinanze amministrative che dichiarano che ciascun docente ha la facoltà di scegliere dove posizionare i 24 punti del corso SSIS in tema di abilitazioni a cascata, ha effettuato - a distanza anche di 6 anni dalla dichiarazione dei 24 punti da parte dei docenti - trasferimenti coatti dichiarando che “il punteggio aggiuntivo di 30 punti per più abilitazioni, conseguite in un unico corso SSIS… spetta per una sola delle abilitazioni conseguite e certificate, a scelta dell’interessato”.

Nonostante l’intervento tempestivo dell’ANIEF, l’USP di Milano sembra non aver alcuna intenzione di tornare indietro, arrivando al punto di aver emanato decreti di licenziamento per docenti a T.I..

Si invitano quindi tutti i docenti interessati, compresi i docenti a T.I., a dare la loro pre-adesione non vincolante al ricorso in oggetto, all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 15 luglio 2010, inserendo nella mail i propri dati anagrafici (nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza, codice fiscale, indirizzo mail, cellulare), con allegato l’eventuale decreto di rettifica della propria posizione nelle GaE, i dati della classe di concorso iniziale e finale dove sono confluiti i 24 punti, ed eventuale decreto di licenziamento.

 

Leggi la diffida inviata dall’ANIEF

 

Si è tenuto, lunedì 7 giugno, l’incontro previsto tra l’ANIEF, rappresentata dal prof. Francesco Guadagno, coordinatore regionale della Lombardia e il dott. Luca Volontè, Dirigente responsabile Ufficio organici sostegno USR Lombardia.

Nel corso del colloquio sugli organici di sostegno da attivare nell’a.s. 2010-2011, ci si è soffermati sulle richieste di autorizzazione di posti in deroga di sostegno e sul consequenziale aumento delle ore di sostegno agli alunni con handicap che hanno subito il drastico taglio negli anni scolastici precedenti.

L’ANIEF, a tal proposito, aveva inviato il mese scorso una lettera di diffida per far eseguire prontamente quanto disposto dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 80 del 22 febbraio 2010, che ha sancito l’illegittimità dell’art. 2, comma 413, della legge 24 dicembre 2007, n. 244 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato – legge finanziaria 2008), nella parte in cui fissava un limite massimo al numero dei posti degli insegnanti di sostegno, nonché l’illegittimità dell’art. 2, comma 414, della legge n. 244 del 2007, nella parte in cui escludeva la possibilità, già contemplata dalla legge 27 dicembre 1997, n. 449, di assumere insegnanti di sostegno in deroga in presenza, nelle classi, di studenti con disabilità gravi.

 

Il dott. Volontè ha ribadito che al momento la nostra segnalazione è pervenuta all’USR e risulta inviata agli USP competenti e che, solo dopo il 21 giugno si potrà fare il quadro della situazione dell’organico di diritto sul sostegno, mentre sarà necessario aspettare dopo il 15 luglio per la definizione dell’organico di fatto.

A tal proposito il dirigente ha dichiarato che, per i posti in deroga sul sostegno, è in attesa da parte del MIUR, della definizione dei criteri di assegnazione ed inoltre si è impegnato a fornire qualsiasi tipologia di informativa in merito agli organici. In merito alla stabilizzazione del personale precario per l’organico di diritto del sostegno ogni USP adotterà misure compensative tra i vari ordini di scuola affinché si eviti eccessiva precarizzazione.

Purtroppo, ha indicato che le prospettive sul sostegno sono estremamente preoccupanti in relazione all’analisi dell’impatto effettivo della manovra finanziaria correttiva che in questi giorni sta vedendo la luce. Infatti, il D.L. 78/2010 prevede il “congelamento” degli organici di sostegno 2009/2010 anche per il nuovo anno scolastico, un provvedimento che di fatto tenta di escludere dal computo ogni eventuale richiesta di adeguamento delle cattedre in relazione all’aumento delle richieste. Una disposizione, per inciso, in netta controtendenza con quanto affermato nella circolare ministeriale n. 37 del 13 aprile 2010, in cui – visto il pronunciamento della Consulta contro qualsiasi previsione di un tetto massimo al numero dei posti di insegnanti di sostegno – veniva indicata la possibilità di attivazione di oltre 1.400 posti in organico di fatto in più rispetto all’anno precedente. Una simile prospettiva sarebbe chiaramente incostituzionale anche perché la nuova legge ribadisce il disposto della legge 104. Più preoccupante il comma 5 dell’art. 10 D.L. 78/2010, che il Ministro dell’Economia ha inserito in nome di un vero e proprio tentativo di “dissuasione” nei confronti dei collegi medici deputati all’accertamento della sussistenza della condizione di handicap: questi, infatti, vengono dichiarati come “[…] responsabili di ogni eventuale danno erariale per il mancato rispetto di quanto previsto dall’art. 3, commi 1 e 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104”. Una simile minaccia, celata dietro l’esigenza sia pur legittima di evitare abusi e sprechi di risorse, lascia intravedere il rischio che le Aziende Sanitarie finiranno per rendere difficile il riconoscimento della certificazione anche ai casi più gravi, onde mettersi al riparo da qualsiasi eventuale ripercussione.

Sarà quindi necessario da parte delle famiglie e del sindacato vigilare sulla regolarità delle certificazioni emesse dalle Aziende sanitarie, che sono all’origine del percorso di individuazione delle cattedre di sostegno.

 

Inoltre, durante l’incontro, si è sottolineato una criticità in merito alla uniformità dei dati sul sostegno che pervengono dai vari USP: è necessario che i DS, a cui risulta demandata la definizione delle ore di sostegno, identifichino le reali esigenze delle ore destinate agli alunni con handicap secondo quanto indicato dalla certificazione sanitaria e dal PEI e non secondo i parametri erronei del rapporto di un docente a due disabili. Il dirigente ha chiesto all’ANIEF di segnalare attraverso apposita comunicazione formale le problematiche emerse così da inoltrarle ai vari USP. L’incontro si è concluso con il reciproco impegno ad aggiornarsi in tempi brevi per valutare lo stato di avanzamento delle richieste presentate. 

Sportello straordinario Data Luogo Dettagli
Sportello Brescia - Compilazione domande GaE Date multiple BS >>
Sportello Cremona - Compilazione domande GaE Date multiple CR >>
Sportello Lodi - Compilazione domande GaE Date multiple LO >>
Sportello Mantova - Compilazione domande GaE Date multiple MN >>
Sportello Milano/Monza Brianza compilazione domande GaE Date multiple MI >>
Sportello Pavia- Compilazione domande GaE Date multiple PV >>
Sportello Varese/ Busto Arsizio - Compilazione domande GaE Date multiple VA >>

SEDE REGIONALE

Sede di Milano - Monza - Brianza

Tel. 02-57405381

Corso Lodi, 83 - scala C, interno 209, Milano (come raggiungerci: METRO 3 Gialla fermata BRENTA / STAZIONE FS Porta Romana linea TRENORD S9 Seregno-Albairate)

Si riceve dal lunedì al venerdì, dalle 08.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00

LE NOSTRE SEDI NELLA REGIONE

SEDI PROVINCIALI

Sede di Bergamo

Tel. 035 318669

Via Giovanni Carnovali, 90/a, 24126 Bergamo BG

martedì dalle 8:30 alle 13 e dalle 14:00 alle 18:00 mercoledì dalle 8:30 alle 13 e dalle 14:00 alle 18:00 giovedì dalle 8:30 alle 13 e dalle 14:00 alle 18:00 SI RICEVE PER APPUNTAMENTO scrivendo a bergamo@anief.net

Sportello di Brescia

Tel. 3387295420

C/o Cisal - Via Giuseppe Nicolini, 1, 25126 Brescia BS

si riceve, su appuntamento, lunedì dalle 14.30 alle 17.30 - mercoledì dalle 16.30 alle 18.30 - giovedì dalle 16.00 alle 18.00

Sportello di Como

Tel.

COMO

como@anief.net

Sede di Crema (CR)

Tel. 3371165483

Via Giuseppe Mazzini, 103/C, 26013 Crema

Si riceve, dal lunedì al venerdì dalle 15.30 alle 18.30

Sportello di Lecco

Tel.

LECCO

lecco@anief.net

Sede di Lodi

Tel.

Presso "Coworking Huassmann 11" Via Haussmann 11 - Scala i, piano 2° - 26900 Lodi Citofono: COWORKING HAUSSMANN 11

Si riceve: lunedì e martedì dalle 8:30 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00

Sede di Milano - Monza - Brianza

Tel. 02-57405381

Corso Lodi, 83 - scala C, interno 209, Milano (come raggiungerci: METRO 3 Gialla fermata BRENTA / STAZIONE FS Porta Romana linea TRENORD S9 Seregno-Albairate)

Si riceve dal lunedì al venerdì, dalle 08.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00

Sede di Mantova

Tel. 3371165481

Galleria Ferdinando Landucci, 6, 46100 Mantova MN

Si riceve lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 14:30 alle 19:30

Sede di Pavia

Tel. 0382 32876

Viale Bligny, 25/A, 27100 Pavia

Si riceve, dal lunedì al venerdì dalle 13:30 alle 18:30.

Sportello di Sondrio

Tel.

Sondrio

varese1@anief.net

Sportello di Varese

Tel. 3358469966

c/o Studio Legale Avv. Ferrara - Via Bussola Dionigi, 2, 21100 Varese

Si riceve, su appuntamento, ogni lunedì dalle ore 14.30 alle ore 19.30 - ***CHIUSO FINO AL 22 SETTEMBRE 2019

Sede di Busto Arsizio (VA)

Tel.

Via Torino, 32 21052 Busto Arsizio VA

si riceve, su appuntamento, dal martedì al venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 19.30