contatti

 · Senza sosta la protesta della Scuola e dell’Università contro la politica del Ministro Gelmini

Indetti a ritmo continuo scioperi e manifestazioni di protesta.
L’intervallo minimo da rispettarsi per legge è di una settimana, e in questo tormentato inizio di anno scolastico effettivamente il Miur deve registrare uno sciopero per settimana indetto dalle diverse sigle sindacali del personale docente e Ata delle Istituzioni scolastiche ed educativa. Ad ottobre si è scioperato nei giorni 8 e 15. I due prossimi scioperi sono per il 25 ottobre (FLC/CGIL, per il comparto Scuola e AFAM, un’ora di lezione o di servizio), e per il 3 novembre, indetto dall’ANIEF (intera giornata, personale docente e Ata). 
 
· Un importante servizio alle Scuole, per la prevenzione dell’uso di droghe e alcol tra ragazzi e giovani.
Il Dipartimento Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e il Miur (D.G. per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione) coordinano una rete di portali informativi. Hanno divulgato la brochure “Strumenti informativi per una scuola senza droghe” che descrive gli strumenti informativi realizzati; si articola in: Prevenzione; Progetto EDU; Il sistema di videoconferenza per le scuole: Videoedu; E-learning: la piattaforma EDU; I siti web istituzionali; I social network.
L'uso di droghe inizia presto e ha il suo picco nel periodo dell'adolescenza. La vulnerabilità dei giovani alle droghe è dovuta alla loro sensibilità alle influenze sociali ma soprattutto al fatto che hanno un cervello in piena fase di sviluppo, in particolare le aree che regolano giudizio e controllo degli impulsi. Alcuni adolescenti presentano disturbi che li rendono ancora più "a rischio": per questo è opportuno effettuare diagnosi e interventi tempestivi. La scuola può avere un ruolo decisivo - ove disponga di materiali, strumenti e metodi informativi ed educativi di pronto uso ed altamente accreditati -, nel fornire opzioni preventive, modelli educativi, informazioni chiare e stili di vita sani e utili a prevenire e contrastare l’uso di sostanze stupefacenti e l’abuso alcolico. A sostegno di questa azione educativa e preventiva, il Progetto EDU (www.drogaedu.it) offre una rete di portali informativi interattivi. La sezione dedicata agli insegnanti si articola in: Strumenti; Prevenzione; Manuali; Video didattici; Slide; Interviste. La sezione dedicata ai genitori è articolata in: Manuali; Diagnosi precoce; Effetti droghe; Documentari; Consigli pratici; Testimonianze. La sezione dedicata agli studenti si articola in: Spot&Fiction; Droghe e cervello; Video; Interviste; Documentari; Be free. Il sito Dronet.org fornisce informazioni su sostanze stupefacenti, servizi di trattamento e cura. Il sito DrugFreEdu.org offre strumenti di prevenzione all’uso di droghe e alcol. Il sito DrogaNoGrazie.it fornisce informazioni relative specialmente a ecstasy e cannabis. Il sito AllertaDroga.it è dedicato al Sistema di Allerta Precoce per la comparsa di nuove droghe e di nuove modalità di consumo. Il sito Dipendenza e neuroscienze è dedicato agli studi delle strutture cerebrali coinvolte nel fenomeno della dipendenza. Il sito Alcol.dronet.org tratta questioni inerenti all'abuso di alcol. Il sito Cocaina.dronet.org tratta il tema del consumo di cocaina, i suoi effetti sull’organismo, i trattamenti possibili, le sperimentazioni in atto. Il sito DreamOn.it documenta le attività del progetto “Dream On”, sulle alternative all'uso di stupefacenti. Il sito DrugsOnStreet.it è dedicato alle attività di prevenzione degli incidenti stradali causati da guida in stato di ebbrezza alcolica o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. 
EDU offre anche applicativi gratuiti: Skype © per teleconsulti e webcasting; Flash © per filmati e videoconferenze; Real © per ascoltare file audio e scaricare i filmati, Pdf per il materiale didattico. 
Per segnalare il proprio interesse e richiedere l’utilizzo gratuito degli strumenti predisposti, si utilizza il portale www.drogaedu.it. INFO: DPA ULSS 20 di Verona (Tel. 045 8076253, fax. 045 8076272, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). Dipartimento Politiche Antidroga, Presidenza del Consiglio dei Ministri  Via della Vite, 13 - 00187 Roma  Tel. 06 67796350 Fax 06 67796843  E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione  Ufficio IV  Viale Trastevere 76/A, 00153 Roma Tel. 06 5849 2971 Fax 06 5849 2252  E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
 

 Scuola:   Aggiornamenti in progress  -  mercoledì 20 ottobre

 

· Di anno in anno migliora, nella scuola italiana………

il finanziamento alle scuole paritarie.

Il buono scuola regionale funziona. Funziona in Sicilia, funziona magnificamente in Lombardia; in Piemonte lo stanziamento regionale per il buono scuola passa dagli 11 mln di euro a 16 milioni. “La libertà educativa è garantita dalla Costituzione, e quindi si chiede solo di poter esercitare un diritto", ha spiegato il governatore della regione Piemonte, Roberto Cota. Dal governo centrale, alle paritarie giungono i 130 milioni stanziati con la finanziaria 2010, in applicazione della legge n.62/2000 (la Legge Berlinguer sulla parità); dunque, un semplice adempimento di legge. Un po’ meno adempimento si eserciterà, invece, nelle scuola statale, che dovrà ulteriormente stringere la cinghia per effetto del taglio agli stanziamenti riferibili alla legge n.440/1997. Si tratta della legge che ha istituito un Fondo destinato a supportare l'autonomia scolastica (innalzamento del livello di scolarità e del tasso di successo scolastico, formazione del personale della scuola, realizzazione di iniziative di formazione post-secondaria non universitaria, sviluppo della formazione continua e ricorrente, interventi per l'adeguamento dei programmi di studio dei diversi ordini e gradi, interventi per la valutazione dell'efficienza e dell'efficacia del sistema scolastico, quota nazionale per le iniziative cofinanziate con i fondi strutturali dell'Unione europea): lo stanziamento scende dai 130 milioni assegnati nel 2010, ai 115 milioni circa per il 2011 (nel 2008, il fondo era stato dotato di 185 milioni).

 

·   In numero record le copie dei quotidiani da distribuire nelle scuole secondarie superiori

Presentata la XI edizione de “Il quotidiano in classe”, il progetto dell’Osservatorio permanente giovani editori. New entry tra le 18 testate coinvolte: l’Osservatore romano

In questo a.s. 2010/2011, saranno 1,8 milioni gli studenti potenziali lettori del giornale recapitato ogni mattina alle scuole secondarie superiori. Considerato che gli studenti delle secondarie di II grado sono in Italia circa due milioni e mezzo, bene risalta il successo di questa iniziativa che nei primi anni raggiungeva non più di 100 mila studenti. Gli insegnanti che hanno aderito alla proposta degli editori devono curare di bene inserire nella didattica un tale strumento, certamente tra i più efficaci a loro disposizione. Non sempre ciò è avvenuto, in passato, e se ne dolgono i bidelli, alle prese con i fogli inutilizzati sparsi sui pavimenti delle aule, e se ne dolgono principalmente gli alberi. Per dare più efficacia culturale all’iniziativa, a Maggio si terrà un convegno dedicato ad analizzare le valutazioni dei giovani sulla qualità dei giornali. A latere, un’iniziativa hi-tech per la scuola, promossa da editori e imprese: porteranno una lavagna elettronica nelle circa 4 mila scuole superiori italiane. Forse ne ricaveranno pubblicità, ma non ce ne scandalizzeremmo; grazie, da parte degli alunni, dei docenti e del Ministero povero.

 

· Potrebbe diventare obbligatorio, per le scuole, dall'a.s. 2012-2013, redigere la pagella elettronica

Lo prevede un ddl in materia di semplificazione dei rapporti della pubblica amministrazione con cittadini.

L’art.18 del Disegno di legge AS 2243, all'esame in Commissione, prevede anche che le università adottino procedure telematiche per l'iscrizione, i pagamenti, la gestione informatizzata delle carriere degli studenti e la prenotazione degli esami, nonché relative verbalizzazione e conservazione dei documenti in forma digitale.

 

· La Conferenza Unificata Stato-Regioni dà il via libera all’attività delle Sezioni Primavera, per un triennio.

Nei prossimi giorni le intese con le Regioni per l’avvio del servizio.

Le risorse finanziarie messe a disposizione per l’a.s. in corso ammontano, in atto, a 23,5 milioni di euro (18,5 a carico del Miur e 5 a carico del Dipartimento per la Famiglia), ma anche le Regioni e  il Ministero del lavoro e delle politiche sociali faranno la loro parte.

 (Fonte TuttoscuolaNEWS  n. 459 domenica 17 ottobre 2010)

 

 Scuola:   Aggiornamenti in progress  -    martedì 19 ottobre

 

· La normativa sui bisogni educativi, in ambito scolastico, degli alunni affetti da dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia

Lo scorso 29 settembre, la 7ª Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport) del Senato ha dato parere favorevole, in sede deliberante, al ddl: Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. Il testo definitivo unifica il disegno di legge n.1006 (dell’Opposizione) e il disegno di legge n.1036 (della Maggioranza) giungendo così al termine dell’iter parlamentare. La commissione se ne era occupata il 19 maggio 2009 ed anche la Camera dei deputati lo aveva votato. Si tratta di un provvedimento molto atteso soprattutto dalle famiglie degli studenti colpiti da forme di DSA, ma che coinvolge anche  pedagogisti e insegnanti; ne riportiamo alcuni passaggi.

Art. 1. 1. La presente legge riconosce la dislessia, la disgrafia, la disortografia e la discalculia quali disturbi specifici di apprendimento, di seguito denominati «DSA», che si manifestano in presenza di capacità cognitive adeguate, in assenza di patologie neurologiche e di deficit sensoriali, ma possono costituire una limitazione importante per alcune attività della vita quotidiana. 2. …Si intende per dislessia un disturbo specifico che si manifesta con una difficoltà nell’imparare a leggere, in particolare nella decifrazione dei segni linguistici,  nella correttezza e nella rapidità della lettura. 3. Si intende per disgrafia un disturbo specifico di scrittura che si manifesta in difficoltà nella realizzazione grafica. 4. Si intende per disortografia un disturbo specifico di scrittura che si manifesta in difficoltà nei processi linguistici di transcodifica. 5. Si intende per discalculia un disturbo che si manifesta con una difficoltà negli automatismi del calcolo e dell’elaborazione dei numeri….

Art. 2. 1. La presente legge persegue, per le persone con DSA, le seguenti finalità: a) garantire il diritto all’istruzione; b) favorire il successo scolastico, anche attraverso misure didattiche di supporto, garantire una formazione adeguata e promuovere lo sviluppo delle potenzialità; c) ridurre i disagi relazionali ed emozionali; d) adottare forme di verifica e di valutazione adeguate alle necessità formative degli studenti; e) preparare gli insegnanti e sensibilizzare i genitori nei confronti delle problematiche legate ai DSA; f) favorire la diagnosi precoce e percorsi didattici riabilitativi; g) incrementare la comunicazione e la collaborazione tra famiglia, scuola e servizi sanitari durante il percorso di istruzione e di formazione; h) assicurare eguali opportunità di sviluppo delle capacità in ambito sociale e professionale.

Art. 3. 1. La diagnosi dei DSA è effettuata nell’ambito dei trattamenti specialistici già assicurati dal Servizio sanitario nazionale…  ed è comunicata dalla famiglia…. Le regioni… 2. Per gli studenti che…3. È compito delle scuole di ogni ordine…

Art. 4. 1. Per gli anni 2010 e 2011, nell’ambito dei programmi di formazione del personale docente e dirigenziale delle scuole di ogni ordine e grado… è assicurata un’adeguata preparazione riguardo alle problematiche relative ai DSA…, finalizzata ad acquisire la competenza per individuarne precocemente i segnali e la conseguente capacità di applicare

2. Per le finalità di cui al comma 1 è autorizzata una spesa pari a un milione di euro per ciascuno degli anni 2010 e 2011…

Art. 5. 1. Gli studenti con diagnosi di DSA hanno diritto a fruire di appositi provvedimenti dispensativi e compensativi di flessibilità didattica nel corso dei cicli di istruzione e formazione e negli studi universitari. 2. Agli studenti con DSA le istituzioni scolastiche… garantiscono: a) l’uso di una didattica individualizzata e personalizzata…; b) l’introduzione di strumenti compensativi…., nonché misure dispensative da alcune prestazioni…; c) per l’insegnamento delle lingue straniere, l’uso di strumenti compensativi.., prevedendo anche, ove risulti utile, la possibilità dell’esonero. 3. Le misure di cui… 4. Agli studenti con DSA sono garantite, durante il percorso di istruzione e di formazione… adeguate forme di verifica e di valutazione, anche per quanto concerne gli esami di Stato e di ammissione all’università nonchè gli esami universitari.

Art. 6. 1. I familiari fino al primo grado di studenti del primo ciclo dell’istruzione con DSA impegnati nell’assistenza alle attività scolastiche a casa hanno diritto di usufruire di orari di lavoro flessibili. 2. Le modalità di esercizio del diritto …

Art. 7… 1. Con decreto del Miur… si provvede, entro quattro mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, ad emanare linee guida… 2….individua le modalità di formazione dei docenti e dei dirigenti.  3. un Comitato tecnico-scientifico

Art. 8. (Competenze delle regioni a statuto speciale e delle province autonome).

Art. 9. (Clausola di invarianza finanziaria).

 

·  Verso la soluzione l’intricata vicenda del Concorso per dirigenti scolastici indetto nel novembre 2004, per la Sicilia.

L’Aula della Camera ha assegnato alla I Commissione (Affari costituzionali) la proposta di legge “Atto Camera n. 3286, Siragusa ed altri - Norme per la salvaguardia del sistema scolastico in Sicilia e per la rinnovazione del concorso”. Il provvedimento andrebbe a sanare tutte le posizioni, poiché l’orientamento prevalente sembra essere quello di salvaguardare tutti gli interessi in gioco; in tal senso sarebbero orientate le diverse parti politiche, ad eccezione dei parlamentari della Lega. Ove ottenesse l’approvazione in Commissione, poiché questa è stata chiamata a pronunciarsi in sede legislativa il provvedimento diventerebbe legge senza bisogno di passare al vaglio dell’Aula. Si mette fine a una vicenda da manicomio.

Scuola:   Aggiornamenti in progress  -    venerdì 15 ottobre

 

 

 

· Sezioni primavera (bambini di età 2-3 anni). Accordo in Conferenza unificata

Riportiamo la nota del Miur - Dipartimento per l'Istruzione - Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e per l'Autonomia Scolastica - Ufficio I.

Si rende noto che in data 7 ottobre 2010 la Conferenza unificata Stato-Regioni e Autonomie locali ha definito l’Accordo per la prosecuzione del servizio educativo per bambini della fascia di età 2-3 anni, denominato sezioni primavera, anche per il corrente anno scolastico. Sulla base di tale Accordo, ciascun Ufficio scolastico regionale potrà procedere alla definizione della Intesa con la Regione. Si fa riserva di inviare quanto prima il testo dell’Accordo e il piano di riparto dei fondi statali.

 

· Ad Ivrea, il XIX Congresso Nazionale AIRIPA: “I disturbi dell’apprendimento”.

Il convegno, indetto dall’Associazione Italiana per la Ricerca e l'Intervento nella Psicopatologia dell'Apprendimento, si terrà nei giorni 15/16 Ottobre 2010 presso le Officine H, Via Montenavale, 1 (Facoltà Infermieristica dell’Università di Torino).

Segreteria Organizzativa: dott.ssa Anna Gallani, dott.ssa Nicoletta Perini e dott.ssa Chiara Tencati, Dipartimento di Psicologia Generale Università di Padova, Via Venezia 8 – 35131 Padova, Tel. +39 334 3346062. Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.                (Fonte: Newsletter n° 67 del 12/10/10 del Centro InfoHandicap FVG)

 

 

· CUB/SCUOLA proclama lo sciopero del comparto scuola per venerdì 15 ottobre

Ne è escluso il personale che presta servizio nelle scuole e università della Lombardia, già coinvolto nella manifestazione dello scorso 8 ottobre indetta unitariamente con Unicobas/Scuola.

 

· Autonomia impositiva delle Regioni a statuto ordinario e delle loro province.

Il Consiglio dei Ministri del 7 ottobre 2010 ha approvato in via preliminare il Decreto legislativo in attuazione della legge delega sul federalismo fiscale (L.n. 42/09). Riportiamo passi della nota di fonte governativa.

Dal 2012, sono soppressi i trasferimenti statali alle regioni. Queste potranno aumentare e diminuire l’aliquota dell’addizionale regionale all’IRPEF di base entro tetti fissati, stabilire aliquote differenziate in base al reddito; disporre detrazioni e utilizzare tale strumento come mezzo di attuazione di politiche sociali, a carico del proprio bilancio e senza forme di compensazione…. Dal 2013 le regioni potranno determinare d’intesa con i comuni una compartecipazione degli stessi alla addizionale regionale dell’IRPEF. Alle regioni spetta anche una compartecipazione all’IVA… Il fondo perequativo, istituito dal 2014, è alimentato dal gettito prodotto dalla compartecipazione all’IVA.  A decorrere dal 2012 sono soppressi i trasferimenti statali alle Province delle Regioni a Statuto ordinario aventi carattere di generalità e permanenza, contestualmente diventa tributo proprio l'imposta sulle assicurazioni contro la responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore, esclusi i ciclomotori. L'imposta provinciale sulle trascrizioni rimane alle Province, mentre a decorrere dal 2012, spetta a ciascuna Provincia una compartecipazione all'accisa sulla benzina… Dal 2013 le regioni sopprimono i trasferimenti regionali di parte corrente diretti al finanziamento delle province e determinano d’intesa con le stesse una compartecipazione alla tassa automobilistica sugli autoveicoli. Per il finanziamento delle spese dei comuni e delle province, successivo alla determinazione dei fabbisogni standard collegati alle spese per le funzioni fondamentali, è istituito nel bilancio dello Stato, a decorrere dall'anno 2016, un fondo perequativo… le cui modalità di alimentazione sono stabilite previo accordo in Conferenza unificata con DPCM salvaguardando la neutralità finanziaria per il bilancio dello stato… A decorrere dal 2013 il fabbisogno standard del settore sanitario è determinato in coerenza col quadro macroeconomico e nel rispetto dei vincoli di finanza pubblica e degli obblighi a livello comunitario, distinguendo la quota destinata alle province e regioni autonome”. I costi e i fabbisogni standard regionali verranno determinati annualmente.                    (Fonte: sito della Presidenza del Consiglio dei ministri).

 

 Scuola:   Aggiornamenti in progress  -    giovedì 14 ottobre

Assegnazione finanziamenti alle Istituzioni scolastiche

La Nota MIUR prot. n° 9245 del 21/09/2010 per l’A.S. 2010/2011.

Si tratta delle assegnazioni al Fondo dell'Istituzione Scolastica per il finanziamento degli istituti contrattuali di cui all’art.88 del CCNL 29.11.2007 e delle risorse per il finanziamento degli istituti contrattuali di cui agli artt. 33 (funzioni strumentali), 62 (incarichi specifici per il personale ATA), 87 (attività complementari di educazione fisica), 30 (ore eccedenti sostituzione di colleghi assenti). Per i 4/12 gli importi assegnati costituiscono integrazione della risorsa finanziaria esercizio finanziario (2010), e per i restatiti 8/12 per l’esercizio 2011. Le economie realizzate nell’anno scolastico 2009/2010 andranno ad incrementare la disponibilità per il pagamento delle ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti.