contatti

Iniziano gli esami di Stato per gli studenti della secondaria superiore.
Nessuna novità sostanziale nella procedura.
Oggi si insediano le commissioni d'esame, il 22 ci sarà la prova d'Italiano e mercoledì la seconda prova scritta; la terza prova si terrà venerdì 25, salvo che nelle classi in cui la seconda prova scritto-grafica impegnerà gli studenti per più giorni. Il colloquio ha inizio con un argomento (o con la presentazione di esperienze di ricerca e di progetto) scelto dal candidato, e prosegue su argomenti proposti al candidato per la discussione, attinenti agli studi effettuati nell'ultimo anno. Nel corso del colloquio vanno anche discussi gli elaborati relativi alle prove scritte. 
 
Due iniziative del Ministero
L'Ufficio Stampa ha dato notizia dell'”Accordo Integrazione” approvato (10 giugno) dal Consiglio dei Ministri, e del Piano di azione per l'occupabilità dei giovani Italia 2020 che i ministri Gelmini e Sacconi hanno presentato (16 giugno) alle Regioni e Parti sociali.
- L'Accordo stabilisce l'esclusiva competenza della scuola per l'integrazione dei ragazzi stranieri, legando la possibilità di risiedere nel nostro Paese e di richiedere il permesso di soggiorno a precisi doveri. Infatti, ogni cittadino straniero tra i 16 e i 65 anni che presenti per la prima volta la richiesta di permesso di soggiorno dovrà sottoscrivere un accordo che lo impegna ad imparare l'Italiano, ad apprendere i principi fondamentali della Costituzione e a mandare i figli a scuola; per i minori di 16 anni è già in vigore l'obbligo d'istruzione. - Il piano di azione per l'occupabilità ha l'obiettivo di analizzare la situazione dei giovani in Italia e di individuare canali utili per favorire il loro inserimento nel mondo del lavoro; saranno rafforzate le misure contro la dispersione scolastica e universitaria attraverso l'integrazione tra istruzione al lavoro. 
· Il primo luglio, giovedì mattina, a Roma, manifestazione di protesta delle associazione delle persone con disabilità.
Nel sito di Superando.it, le ragioni della protesta indetta dalla Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicape dalla Federazione tra le Associazioni Nazionali Disabili
Le due federazioni esprimono valutazioni negative rispetto ai contenuti e alle logiche della Manovra Finanziaria Correttiva (il Decreto Legge n. 78/2010): “l'attenzione politica al mondo della disabilità è limitata al contenimento della spesa e non piuttosto al consolidamento di politiche sociali per la non autosufficienza, e per l'inclusione sociale”. Le due Federazioni si accingono a presentareemendamenti all'articolo 10 (che riguarda le persone con disabilità), intesi a: - abrogare la disposizione che innalza la percentuale di invalidità (dal 74 all'85%) ai fini della concessione dell'assegno mensile agli invalidi civili parziali (256,67 euro mensili), misura del tutto ininfluente per il contenimento della spesa pubblica (circa 30 milioni di euro di risparmio) e che colpisce i "veri invalidi", privi di reddito e disoccupati; - migliorare l'efficacia del piano di verifiche sulle invalidità (500.000 controlli in tre anni); - suggerire l'adozione di misure antielusive sulle agevolazioni fiscali riservate ai veri invalidi.
(Fonte: Newsletter n 45 del 17/06/10 Centro InfoHandicap FVG) 
 
La normativa sulla confluenza delle classi di concorso, all'avvio della riforma delle scuole medie superiori, nel prossimo settembre
Diamo l'elenco delle norme che stabiliscono le classi di concorso sulle quali confluiscono le discipline d'insegnamento da impartire nel primo anno dei licei, degli istituti tecnici e degli istituti professionali. L'assetto definitivo potrà aversi solo dal Regolamento, in corso di elaborazione, con il quale il Miur rivedrà complessivamente le classi di concorso
  • D.G. per il personale scolastico, Dipartimento dell'Istruzione. Nota prot.1348 del 21 aprile
  • D.G. per il personale scolastico, Dipartimento dell'Istruzione. Nota prot.4968 del 11 maggio
  • D.G. per il personale scolastico, Dipartimento dell'Istruzione. Nota prot.5358 del 25 maggio. Quest'ultima Nota conferma, salvo qualche variazione le precedenti e, per ogni altra posizione eventualmente non considerata nel sistema informatico del Ministero, rimanda i dd.ss. ai referenti provinciali per gli organici.

 

Il personale scolastico è il più penalizzato dal d.l. dello scorso 31 maggio

TuttoscuolaNews così riassume il tributo da pagare al vacillante bilancio italiano

1) no rinnovo contrattuale per il triennio 2010-12 (si contratterà, si spera, il CCNL 2013-2015;

2) no scatti di anzianità per il triennio 2010/12 (la metà del personale lo avrebbe maturato);

3) il corrispettivo dei suddetti scatti (mediamente, 2 mila euro all'anno) si perde per sempre;

4) no riconoscimento di qualità ai meritevoli (era stabilito nel 30% dei risparmi ottenuti);

5) niente progressione giuridica di carriera (il triennio 2010-12 è come cancellato dal calendario). Si spera nella resipiscenza del parlamento, che approvi qualche emendamento.

(Fonte: TuttoscuolaNEWS n. 444 del 14 giugno 2010)

 

Il cancro della mafiosità attacca le scuole, perché sia definitivamente chiaro che toglierà il futuro ai nostri ragazzi (figli dei mafiosi, compresi).

Lo scorso 29 maggio, le autorità scolastiche di Castelvetrano (TP) segnalarono con un comunicato che la disonorata società non gradiva manifestazioni della scuola per ricordare la strage di Capaci. Adesso, la seconda puntata di quella che purtroppo non è una fiction, è merda autentica: il 10 giugno un bossolo di cartuccia è stato recapitato, dentro a una busta chiusa, a Francesco Fiordaliso, dirigente scolastico del Liceo Classico “G. Pantaleo” e del Liceo delle Scienze Umane “G. Gentile”.

La Sicilia è messa in ginocchio dal prezzo che deve pagare alla mafia, e chi non lavora vive da parassita del lavoro degli onesti. E non basta: dinanzi alle aule che da ragazzi frequentarono inutilmente, i criminali spacciano e minacciano pure. E’ cancro da operare. Manifestiamo solidarietà al d.s., unendoci al sindaco di Castelvetrano, al gruppo consiliare PD, al Circolo G.Impastato, al Presidio Libera Castelvetrano e a quanti altri, studenti, cittadini lo hanno fatto.

 

O.M. n.44/2010 recante istruzioni e modalità dell’esame di Stato a.s. 2009/10

Il prossimo 21 giugno si insedieranno le 12.695 commissioni per l’esame di Stato di oltre 500mila candidati della secondaria superiore. Concludiamo la sintesi dell’O.M.

ART. 19 VERBALIZZAZIONE (Omissis). ART. 20 VOTO FINALE, CERTIFICAZIONE, ADEMPIMENTI CONCLUSIVI. La commissione d'esame si riunisce, per le operazioni intese alla valutazione finale e alla elaborazione dei relativi atti, subito dopo la conclusione dei colloqui, compresi quelli dei candidati che hanno sostenuto le prove scritte nella sessione suppletiva. A ciascun candidato è assegnato un voto finale complessivo in centesimi, che è il risultato della somma dei punti attribuiti dalla commissione d'esame alle prove scritte e al colloquio e dei punti relativi al credito scolastico acquisito da ciascun candidato. Per superare l'esame di Stato è sufficiente un punteggio minimo complessivo di 60/100… Per l’a.s. 2009/2010, la Commissione può motivatamente attribuire la lode a coloro che conseguono il punteggio massimo di 100 punti senza fruire della predetta integrazione del punteggio, a condizione che: abbiano conseguito il credito scolastico massimo complessivo attribuibile senza fruire della integrazione di cui all’art.11, comma 4, del decreto del Presidente della Repubblica 23 luglio 1998, n.323; abbiano riportato negli scrutini finali relativi all’ultima classe solo voti uguali o superiori a otto decimi, compresa la valutazione del comportamento…La commissione provvede, per la parte di sua competenza, alla compilazione, per ciascun candidato, del modello di certificazione…Al termine degli esami, ove sia possibile redigere in tempo utile i diplomi, la commissione può provvedere a consegnare gli stessi direttamente… I presidenti delle commissioni, prima della chiusura dei lavori e sentiti i commissari, hanno l’onere di predisporre la relazione prevista dal comma 2 dell’art. 14 del Regolamento e compilare l’apposito modello (modulo ES3) da prelevare dal sito internet dell’INVALSI…che, in attuazione dell’art. 3 della legge 10 dicembre 1997 n. 425, così come modificato dall’art. 1 della legge 11 gennaio 2007, n. 1, in cui è previsto che “l’Istituto provvede altresì alla valutazione dei livelli di apprendimento degli studenti a conclusione dell’istruzione secondaria superiore, utilizzando le prove scritte degli esami di Stato secondo criteri e modalità coerenti con quelli applicati a livello internazionale per garantirne la comparabilità”- procederà alla definizione di un apposito campione di candidati, selezionando le scuole ….alle quali verrà inviato il materiale di supporto…Nel concludere i lavori, i presidenti di commissione affidano all’istituto scolastico, fuori dal plico sigillato contenente gli atti di esame, una scheda da trasmettere, tramite il competente Ufficio Scolastico Regionale, all’Ispettore tecnico di vigilanza, nella quale sono riportati i criteri adottati dalle singole classe-commissioni per l’attribuzione della lode e le motivazioni…. Ferma restando la competenza dei presidenti delle commissioni giudicatrici al rilascio dei diplomi, nel caso questi non siano disponibili per la firma prima del termine di chiusura della sessione d'esame, i presidenti medesimi delegano il dirigente scolastico dell'istituto sede d'esame a provvedere… Le firme sui diplomi e sui relativi certificati rilasciati dai capi degli istituti pareggiati e legalmente riconosciuti sono legalizzate dal competente D.G. dell’U.S.R….A richiesta degli interessati sono rilasciati certificati, senza limitazione di numero, dai d.s. degli II.SS. paritari, pareggiati o legalmente riconosciuti, presso i quali sono depositati gli atti relativi al conseguimento del titolo di studio. Tali certificati sono considerati validi anche per l’iscrizione all’Università, purché successivamente sostituiti…con il diploma originale…..

ART. 21 PUBBLICAZIONE DEI RISULTATI L'esito dell’esame con l’indicazione del punteggio finale conseguito è pubblicato, per tutti i candidati, nell'albo dell'istituto sede della commissione, con la sola indicazione della dizione ESITO NEGATIVO nel caso di mancato superamento dell’esame stesso…..Il punteggio finale deve essere riportato, a cura della Commissione, sulla scheda di ciascun candidato e sui registri d'esame. Per i candidati di cui all’articolo 17, comma 4, il riferimento all’effettuazione delle prove differenziate va indicato solo nell’attestazione e non nei tabelloni...

ART. 22 TASSA ERARIALE E CONTRIBUTO ART. 23 VALIDITA’ DIPLOMI ART. 24 ACCESSO AI DOCUMENTI (omissis)

Trentamila dipendenti pubbliche subiranno gli effetti dell’innalzamento a 65 anni.

In un emendamento al decreto legge della manovra di correzione dei conti pubblici, la pensione di vecchiaia a 65 anni per le dipendenti pubbliche.

La misura avrà effetto da 1.1.2012, e non dall’1.1.2018 come in precedenza stabilito. Restano immutati i requisiti (indistintamente per uomini e donne) per accedere alla pensione di anzianità: quota 96 nel biennio 2011-2012 (può essere costituita da 60 anni di età e 36 di contributi, oppure 61 di età e 35 di contributi), e quota 97 nel biennio 2013-2014 (può essere costituita da 61 anni di età e 36 di contribuzione, oppure 62 di età e 35 di contribuzione). Nel settore scuola, considerando che, con ogni probabilità, la sola finestra di uscita resterà quella del primo settembre di ogni anno (C.9 art.59 Legge n.449/1997), il primo settembre 2011 avranno possibilità di accedere al trattamento pensionistico di vecchiaia le donne che entro il 31 dicembre 2011 avranno maturato due requisiti: almeno 61 anni di età; almeno 19 anni 11 mesi e 16 giorni di contribuzione utile a pensione. Quanto ai numeri degli aventi diritto a pensione di vecchiaia, le stime divergono. “Agenzia scuola” (riportata da ItaliaOggi del 15 giugno) segnala: 3500 docenti della scuola dell’infanzia; 5mila della primaria; 18mila docenti di scuola media e superiore, e 13mila ATA. TuttoscuolaNEWS n. 444 del 14 giugno 2010 segnala la cifra di oltre 32.000 donne (tra il 2012 e il 2017); il Ministro del lavoro segnala un dato inferiore (25mila donne, fino al 2019, di cui 18 mila dipendenti della scuola). Molte, comunque, proveranno a saltare fuori dalla scuola con la modalità anzianità.

 

O.M. n.44/2010 recante istruzioni e modalità dell’esame di Stato a.s. 2009/10

Il prossimo 21 giugno si insedieranno, in ogni regione d’Italia, le 12.695 commissioni per la riunione preliminare all’esame degli oltre 500mila candidati. Abstract n.6

ART. 16. COLLOQUIO. 1.Il colloquio deve svolgersi in un'unica soluzione temporale, alla presenza dell’intera commissione….ha inizio con un argomento o con la presentazione di esperienze di ricerca e di progetto, anche in forma multimediale, scelti dal candidato… Preponderante rilievo deve essere riservato alla prosecuzione del colloquio che, in conformità dell'art. 1, capoverso art. 3-comma 4, della legge 11 gennaio 2007,n. 1, deve vertere su argomenti di interesse multidisciplinare proposti al candidato e con riferimento ai programmi…..dell'ultimo anno di corso. Gli argomenti possono essere introdotti mediante la proposta di un testo, di un documento, di un progetto o di altra questione di cui il candidato individua le componenti culturali, discutendole. Ẻ d’obbligo, inoltre, provvedere alla discussione degli elaborati relativi alle prove scritte… La commissione d'esame dispone di 30 punti per la valutazione del colloquio. Al colloquio giudicato sufficiente non può essere attribuito un punteggio inferiore a 20. La commissione procede all’attribuzione del punteggio del colloquio sostenuto da ciascun candidato nello stesso giorno nel quale il colloquio viene espletato. Il punteggio viene attribuito dall'intera commissione a maggioranza, compreso il presidente…

Art. 17 ESAMI DEI CANDIDATI IN SITUAZIONE DI HANDICAP … la commissione d'esame, sulla base della documentazione fornita dal consiglio di classe….predispone prove equipollenti a quelle assegnate agli altri candidati e che possono consistere nell'utilizzo di mezzi tecnici o modi diversi, ovvero nello sviluppo di contenuti culturali e professionali differenti… Per la predisposizione delle prove d'esame, la commissione d'esame può avvalersi di personale esperto; per il loro svolgimento la stessa si avvale, se necessario, dei medesimi operatori che hanno seguito l'alunno durante l'anno scolastico. I testi della prima e della seconda prova scritta sono trasmessi dal Ministero anche tradotti in linguaggio braille, ove vi siano candidati non vedenti. Per i candidati che non conoscono il linguaggio braille la Commissione può provvedere alla trascrizione del testo ministeriale su supporto informatico….autorizzando anche la utilizzazione di altri ausili idonei, abitualmente in uso nel corso dell’attività scolastica ordinaria…. I candidati che hanno seguito un percorso didattico differenziato e sono stati valutati dal consiglio di classe con l’attribuzione di voti e di un credito scolastico relativi unicamente allo svolgimento di tale piano possono sostenere prove differenziate, coerenti con il percorso svolto finalizzate solo al rilascio dell'attestazione di cui all'art. 13 del D.P.R. n. 323/1998. I testi delle prove scritte sono elaborati dalle commissioni, sulla base della documentazione fornita dal consiglio di classe…. Agli alunni, ammessi dal Consiglio di classe a svolgere nell’ultimo anno un percorso di studio conforme ai programmi ministeriali e a sostenere l’esame di Stato, a seguito di valutazione positiva in sede di scrutinio finale, è attribuito per il terzultimo e penultimo anno un credito scolastico sulla base della votazione riferita al P.E.I. differenziato. Relativamente allo scrutinio finale dell’ultimo anno di corso si applicano le disposizioni di cui al precedente art. 2

ART. 18 ASSENZE DEI CANDIDATI. SESSIONE SUPPLETIVA Ai candidati che, a seguito di malattia da accertare con visita fiscale o per grave documentato motivo, riconosciuto tale dalla commissione, si trovino nell'assoluta impossibilità di partecipare alla prove scritte, è data facoltà di sostenere le prove stesse nella sessione suppletiva secondo il diario…

In casi eccezionali, qualora non sia assolutamente possibile sostenere le prove scritte nella sessione suppletiva secondo il diario previsto dall'art. 12, comma 13, i candidati…. Possono chiedere di sostenere l'esame di Stato in un'apposita sessione straordinaria….In casi eccezionali, ove nel corso dello svolgimento delle prove d'esame un candidato sia impedito in tutto o in parte di proseguire o di completare le prove stesse secondo il calendario prestabilito, il presidente, con propria deliberazione, stabilisce in qual modo l'esame stesso debba proseguire o essere completato, o se il candidato debba essere rinviato alle prove suppletive per la prosecuzione o per il completamento….

 

 

 Modalità per la preliminare degli esami di Stato nelle Secondarie di II grado

Il prossimo 21 giugno si insedieranno, in ogni regione d’Italia, le 12.695 commissioni per la riunione preliminare all’esame degli oltre 500mila candidati. Proseguiamo (5) con l’abstract-sintesi dell’O.M. n.44 recante le istruzioni e modalità a.s. 2009/10.

 

ART. 13 RIUNIONE PRELIMINARE….il Presidente può delegare un proprio sostituto scelto tra i commissari, esterni o interni; sceglie un commissario,interno o esterno, quale segretario di ciascuna commissione……i componenti la commissione devono dichiarare per iscritto se abbiano istruito privatamente candidati assegnati alla commissione… Tutti i componenti la commissione devono dichiarare per iscritto l'assenza di rapporti di parentela e di affinità entro il quarto grado, ovvero di rapporto di coniugio con i candidati che essi dovranno esaminare…Nella seduta preliminare ed eventualmente anche in quelle successive la classe/commissione prende in esame gli atti e i documenti relativi ai candidati interni, nonché la documentazione presentata dagli altri candidati…… Il Presidente della commissione, qualora…..rilevi irregolarità insanabili, provvede a darne comunicazione al Ministero….i candidati sostengono le prove d'esame con riserva. Il Presidente della commissione, qualora, in sede di esame della documentazione relativa a ciascun candidato, rilevi irregolarità sanabili… La commissione stabilisce il termine e le modalità di acquisizione delle indicazioni da parte dei candidati finalizzate all'avvio del colloquio;... stabilisce i criteri di correzione e valutazione delle prove scritte e valuta se ricorrano le condizioni per procedere alla correzione della prima e seconda prova scritta per aree disciplinari…; individua, altresì, i criteri di conduzione e di valutazione nonché le modalità di svolgimento del colloquio……determina i criteri per l'eventuale attribuzione del punteggio integrativo, fino a un massimo di 5 punti, per i candidati che abbiano conseguito un credito scolastico di almeno 15 punti e un risultato complessivo nelle prove di esame pari almeno a 70 punti,nonché i criteri per l’eventuale attribuzione di 1 punto di credito scolastico (art.8, c.11) nonché i criteri per l’attribuzione della lode. Le deliberazioni vanno opportunamente motivate e verbalizzate.

ART. 14 PLICHI PRIMA E SECONDA PROVA SCRITTA I Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali devono…. I plichi occorrenti per la prima e seconda prova scritta suppletiva debbono essere richiesti dai Direttori generali degli UU. SS.RR. alla Struttura tecnico – operativa di questo Ministero almeno dieci giorni prima della data di inizio delle prove….

ART. 15 PROVE SCRITTE. Per l'anno scolastico 2009/2010 valgono le disposizioni di cui al D.M. 23 aprile 2003, n. 41, relativo alle modalità di svolgimento della I e della II prova scritta ed al DM n. 429 del 20.11.2000, concernente le caratteristiche formali generali della III prova scritta, nonché le istruzioni per lo svolgimento della prova medesima per l'anno scolastico 2009/2010…. La commissione dispone di 45 punti per la valutazione delle prove scritte, ripartiti in parti uguali tra le tre prove: a ciascuna delle prove scritte giudicata sufficiente non può essere attribuito un punteggio inferiore a 10. Le commissioni, ai fini della correzione della prima e della seconda prova scritta, possono operare per aree disciplinari, di cui al D.M. 358/98, ferma restando la responsabilità collegiale… Le operazioni di correzione delle prove scritte si concludono con la formulazione di una proposta di punteggio in numeri interi relativa alle prove di ciascun candidato. I punteggi sono attribuiti dall'intera commissione a maggioranza. Se sono proposti più di due punteggi e non sia stata raggiunta la maggioranza assoluta, la commissione vota su proposte del presidente a partire dal punteggio più alto proposto, a scendere. Ove su nessuna delle proposte si raggiunga la maggioranza, il presidente attribuisce al candidato il punteggio risultante dalla media aritmetica dei punti proposti e procede all’eventuale arrotondamento al numero intero più approssimato. Di tali operazioni è dato dettagliato e motivato conto nel verbale. Non è ammessa l’astensione dal giudizio da parte dei singoli componenti… i componenti le commissioni utilizzano l’intera scala dei punteggi prevista. Il punteggio complessivo delle prove scritte è pubblicato, per tutti i candidati di ciascuna classe, nell’albo dell’istituto sede della commissione d’esame un giorno prima della data fissata per l'inizio dello svolgimento del colloquio di tale classe. Vanno esclusi dal computo le domeniche e i giorni festivi intermedi. Ẻ facoltà di ogni candidato richiedere alla commissione di conoscere il punteggio attribuito alle singole prove…

 

Le classi a tempo pieno aumenteranno o diminuiranno, col prossimo settembre ? Sembra un discorso tra sordi: il Miur parla di 782 classi in più, ma in tutta Italia le famiglie protestano per l’impossibilità di iscrivere i figli in classi a tempo pieno.

Il contrasto è di facile spiegazione: il Miur ha aumentato il totale portandolo a 37275 classi, come si evince dalla seguente dichiarazione rilasciata, in maggio, dal Ministro in risposta alle proteste dei genitori e dei sindacati: “…dal 2010-11 saranno attivate nella scuola primaria 782 classi a tempo pieno in più, per un totale di 37.275 classi. Per il secondo anno consecutivo aumentano gli alunni che potranno fruire di questo quadro orario. Nel 2009-10, infatti, sono state attivate 2176 classi a tempo pieno in più rispetto all’anno scolastico 2008-2009. Significa che negli ultimi due anni… si è registrato un aumento di 2598 classi a tempo pieno”. Tuttavia, detti incrementi sono stati ricavati con risparmi ottenuti da modifiche strutturali (“maestro prevalente”, abolizione delle compresenze, riduzione del numero dei docenti nei moduli a tempo pieno nelle scuole con più di 20 classi, di modo che l’orario di 40 ore verrà coperto con spezzoni di orario dei docenti di tutte le classi). Dunque, si dovrebbe parlare della istituzione di 782 nuove classi “di tempo scuola”, e non di “tempo pieno”; infatti, questo prevedeva, per es., alle primarie, 40 ore di scuola, con un organico di due maestre per classe, più 2 ore di compresenza; questo che possiamo denominare “tempo scuola” prevede sempre 40 ore ma con un organico di una maestra che copre 22 ore di lezione, più insegnanti utilizzati secondo le ore che devono per contratto. Il secondo aspetto da considerare è che nelle prime classi (quelle decisive per l’assegnazione del tempo pieno negli anni a venire), c’è effettivamente una riduzione dell’offerta ministeriale che, si calcola, penalizzerà circa 150mila bambini

Come il decreto legge 78/2010 incide sul Sostegno

Stop all'aumento degli insegnanti di sostegno ma con deroga nei casi più gravi.

Per l'a.s. 2010/11 i docenti di sostegno saranno nello stesso numero di quello dell’attuale organico di fatto, e tuttavia potranno essere autorizzati posti di sostegno, per i casi di particolare gravità (ai sensi l'articolo 3, comma 3, legge n. 104 del 5 febbraio 1992), segnalati nel Piano Educativo Individualizzato, dai Gruppi di lavoro sull'handicap (Glh) di ogni scuola (con esplicita indicazione del numero delle ore di sostegno che riguardano solo gli aspetti didattici) ed accertati dalla Asl con riferimento alle classificazioni internazionali della Organizzazione Mondiale della Sanità.

Il 21 giugno, la preliminare per gli esami nelle scuole secondarie di II grado

Non c’è stata la temuta falcidia di candidati all’ammissione (6,1 %, mezzo punto percentuale in più dello scorso anno, la percentuale dei non ammessi). Le commissioni d’esame saranno 12.695; oltre 500mila i candidati (27.000 gli esterni). Proseguiamo (4) con l’abstract-sintesi dell’O.M. n.44 recante le istruzioni e modalitàper gli esami di Stato conclusivi dell’istruzione secondaria di II grado, a.s. 2009/10.

ART. 12 DIARIO DELLE OPERAZIONI E DELLE PROVE. 1. Il Presidente e i commissari esterni delle due classi abbinate, unitamente ai membri interni di ciascuna delle due classi, si riuniscono presso l'istituto di assegnazione, il 21 giugno. Il presidente, o, in sua assenza, il componente più anziano di età, dopo aver verificato la composizione delle commissioni e la presenza dei commissari, comunica i nominativi di quelli eventualmente assenti all’USR se l’assenza riguarda il Presidente e i commissari esterni, oal D.S., se l’assenza riguarda commissari interni. il presidente…. fissa i tempi e le modalità di effettuazione delle riunioni preliminari delle singole commissioni…,individua e definisce gli aspetti organizzativi delle attività delle commissioni, e l'ordine di successione tra le commissioni per l'inizio della III prova, per le operazioni da realizzarsi disgiuntamente di valutazione degli elaborati e valutazione finale… determinerà il calendario definitivo delle operazioni delle due commissioni abbinate… I Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali assicurano ogni opportuna assistenza alle commissioni operanti sul territorio, avvalendosi degli ispettori tecnici. La riunione preliminare di ciascuna commissione è finalizzata agli adempimenti di cui all'art. 13 della presente Ordinanza.

…. Il calendario delle prove per l'anno scolastico 2009/2010è il seguente: I prova scritta: martedì22 giugno, ore 8.30; II prova scritta, grafica o scritto-grafica: mercoledì23 giugno, ore 8.30. Per gli esami nei licei artistici e negli istituti d’arte lo svolgimento della seconda prova continua nei due giorni feriali seguenti per la durata giornaliera indicata nei testi proposti. III prova scritta: venerdì25 giugno ,ore 8.30: ciascuna commissione, entro il24 giugno, definisce collegialmente la struttura della terza prova scritta, in coerenza con il documento del consiglio di classe di cui all'art. 6 della presente ordinanza. Contestualmente, il Presidente stabilisce, per ciascuna delle commissioni, l'orario d'inizio della prova, dandone comunicazione all'albo dell'Istituto o degli eventuali istituti interessati. Non va, invece, data alcuna comunicazione circa le materie oggetto della prova. Il 25 giugno ogni commissione, tenendo a riferimento quanto attestato nel predetto documento, predispone collegialmente il testo della terza prova scritta, sulla base delle proposte avanzate da ciascun componente; proposte che ciascun componente deve formulare in numero almeno doppio rispetto alla tipologia o alle tipologie prescelte in sede di definizione della struttura della prova. La Commissione, in relazione alla natura e alla complessità della prova, stabilisce anche la durata massima della prova stessa. …. La IV prova scritta, che si effettua nei licei con sezioni ad opzione internazionale, nei licei classici europei e in alcuni indirizzi linguistici, prevista per il giorno successivo a quello dello svolgimento della terza prova scritta, viene effettuata – su tutto il territorio nazionale- lunedì 28 giugno ore 8.30…. La Commissione….terrà in debita considerazione le specifiche situazioni soggettive, adeguatamente certificate, relative ai candidati affetti da disturbi specifici di apprendimento (DSA), sia in sede di svolgimento delle prove scritte che, in particolare, di predisposizione della terza prova scritta, prevedendo la possibilità di riservare, comunque, alle stesse tempi più lunghi di quelli ordinari. Al candidato potrà essere consentita la utilizzazione di apparecchiature e strumenti informatici nel caso in cui siano stati impiegati per le verifiche in corso d’anno. Ciascuna commissione stabilisce autonomamente, in conformità di quanto previsto al quarto comma, il diario delle operazioni finalizzate alla correzione e valutazione delle prove scritte. .. le commissioni definiscono la data di inizio dei colloqui per ciascuna classe/commissione e, in base a sorteggio, l’ordine di precedenza tra le due classi/commissioni e, all’interno di ciascuna di esse, quello di precedenza tra candidati esterni ed interni, nonché quello di convocazione dei candidati medesimi, secondo la lettera alfabetica. Ẻ altresì determinata la data di pubblicazione dei risultati, che deve essere unica per le due classi/commissioni… Il numero dei candidati che sostengono il colloquio, per ogni giorno, non può essere di norma superiore a cinque. Prima dell'inizio dei colloqui, in prosecuzione dei lavori iniziati nella riunione preliminare, la commissione completa l'esame dei fascicoli e dei curricoli dei candidati……Il Presidente, il giorno della prima prova scritta, invita i candidati, indicando anche il termine e le modalità stabilite precedentemente dalla commissione, a comunicare la tipologia dei lavori prescelti per dare inizio al colloquio, ai sensi dell'art. 5, comma 7, del D.P.R. n. 323/1998… del diario dei colloqui, il presidente della commissione dà notizia mediante affissione all'albo dell'istituto sede di esame. La prima prova scritta suppletiva si svolge il giorno mercoledì7 luglio, alle ore 8.30; la seconda prova scritta suppletiva nel giorno successivo, giovedì 8 luglio,alle ore 8.30…; la terza prova scritta suppletiva si svolge nel secondo giorno successivo all'effettuazione della seconda prova scritta suppletiva…L'eventuale integrazione del punteggio complessivo conseguito, fino ad un massimo di 5 punti, per quei candidati che abbiano conseguito un credito scolastico di almeno 15 punti ed un risultato complessivo nelle prove di esame pari almeno a 70 punti, è effettuata al momento della valutazione finale per ciascuna commissione…….. con congrua motivazione a verbale…. Le operazioni intese alla valutazione finale e alla elaborazione dei relativi atti iniziano subito dopo la conclusione dei colloqui di ciascuna classe/commissione.

(Fonte www.superabile.it del 6 giugno)